Home Notizie PROCESSO PERFIDO, AMMESSE TUTTE LE PROVE, LE INTERCETTAZIONI IN CALABRESE SARANNO TRADOTTE

PROCESSO PERFIDO, AMMESSE TUTTE LE PROVE, LE INTERCETTAZIONI IN CALABRESE SARANNO TRADOTTE

403

Questa mattina al tribunale di Trento la quarta udienza del Processo Perfido, legato a presunte infiltrazioni della ‘ndrangheta calabrese nella zona del porfido di Lona Lases, in Val di Cembra.

Ennesima seduta dedicata alle accezioni preliminari: in aula scontro tra accusa e difesa su quali intercettazioni e testimoni ammettere al processo.

La Corte d’Assise si è riunita in camera di consiglio per prendere la sua decisione.

Alla fine è stato deciso di ammettere tutte le prove, sia quelle testimoniali che le migliaia di ore di intercettazioni telefoniche.

L’udienza è stata aggiornata al prossimo 10 marzo quando sarà nominato un perito che si dovrà occupare della trascrizione delle intercettazioni.

Dovranno essere tradotte in italiano perché la maggiorparte sono in dialetto calabrese.