Home Notizie DUE FAMIGLIE UCRAINE ARRIVATE A TRENTO, SONO OSPITATE NELL’OSTELLO

DUE FAMIGLIE UCRAINE ARRIVATE A TRENTO, SONO OSPITATE NELL’OSTELLO

148

Non si arresta l’ondata di solidarietà in Trentino nei confronti delle persone ucraine in fuga dalla guerra.

Questa mattina due famiglie di profughi sono arrivate con un piccolo pullman a Trento.
I due gruppi familiari, giunti in modo del tutto autonomo, sono composti da sei adulti e sei minori. Sono fuggiti, come tanti connazionali, abbandonando le rispettive case per salvarsi dal conflitto in corso. Le famiglie sono state portate all’Ostello della Gioventù (nell’ambito del progetto di accoglienza coordinato dal Cinformi).

E’ stata attivata sul fronte sanitario la visita di un medico Usca per la verifica delle condizioni di salute degli ospiti, in particolare dei bambini, e l’effettuazione dei tamponi.

Accanto ai posti messi a disposizione dalle istituzioni – circa 150 per ora – anche tanti privati cittadini che stanno offrendo alloggi e sistemazioni.
Tra gli altri, il Comune di Avio fa sapere di essere pronto ad accogliere i profughi.

Il parroco don Luigi Amadori ha messo a disposizione le canoniche libere, quella di Sabbionara in primis ma probabilmente anche quella di Vo’ e Borghetto previa ricognizione del loro stato, fa sapere il sindaco Ivano Fracchetti.

Inoltre 4-5 appartamenti Itea sfitti a Vò Sinistro potrebbero rientrare in un piano provinciale di accoglienza dei profughi ucraini in Trentino.

Ieri era arrivato a Trento il primo pullman dal confine tra Polonia e Ucraina con a bordo 52 profughi, soprattutto donne e bambini.