Home Notizie CANTINA MEZZACORONA: PROSCIOLTI I 4 INDAGATI

CANTINA MEZZACORONA: PROSCIOLTI I 4 INDAGATI

236

Il fatto non sussiste. Il Gruppo Mezzacorona è stato assolto dalle accuse di riciclaggio in Sicilia. Erano 4 gli indagati nel processo tra cui il presidente del gruppo vitivinicolo Rigotti e l’ex direttore generale Rizzoli.
Nel 2020 la Guardia di finanza di Trento sequestrò vigneti e fabbricati tra le province di Agrigento e Ragusa, del valore di oltre 70 milioni di euro, alla cantina siciliana Feudo Arancio, ipotizzando a carico dei rappresentanti legali del gruppo vitivinicolo trentino Mezzacorona il reato di riciclaggio aggravato dall’aver agevolato gli interessi di Cosa Nostra, che voleva liberarsi di beni immobili per sottrarli a misure cautelari e reinvestire il ricavato.
L’inchiesta che creò molto scalpore ipotizzava presunti tentativi di infiltrazione mafiosa nell’economia trentina.
I fatti contestati risalgono al periodo tra il 2000 e il 2005 quando, secondo l’accusa, venne effettuata un’operazione commerciale che portava all’acquisizione di due tenute siciliane di proprietà degli esattori mafiosi Salvo.
Il sequestro venne poi annullato dal Tribunale del Riesame.
Pienamente soddisfatto dal proscioglimento il Gruppo Mezzacorona.