Home Notizie UCRAINA, L’ALTO ADIGE SI PREPARA AD ACCOGLIERE I RIFUGIATI

UCRAINA, L’ALTO ADIGE SI PREPARA AD ACCOGLIERE I RIFUGIATI

227

L’Alto Adige si prepara ad accogliere i profughi in fuga dalla guerra in Ucraina. Da giorni è attiva una “task force”, coordinata dalla vicepresidente della Provincia, Waltraud Deeg, e dall’assessore alla protezione civile, Arnold Schuler, che ha messo a punto l’organizzazione dell’accoglienza ed oggi la giunta provinciale ha definito i compiti dei diversi enti ed organizzazioni coinvolte nella gestione dell’emergenza.
La struttura di prima accoglienza presso la Fiera di Bolzano entrerà in funzione nei prossimi giorni, ha riferito l’assessore provinciale Schuler. In questo centro, ha spiegato ancora Schuler, i profughi saranno assistiti da dipendenti della ripartizione provinciale politiche sociali e dell’Agenzia per la protezione civile, dell’Azienda sanitaria e della questura.
Verranno effettuati tamponi per prevenire la diffusione del coronavirus e le necessarie prestazioni sanitarie, bevande calde ed alcuni pasti, nonché il trasporto dei profughi ai centri di accoglienza straordinaria (Cas).
La prima struttura ad aprire giovedì è la Haus Henry a Lana, in grado di ospitare per 30 persone, alla quale seguiranno altre strutture. C’è una grande disponibilità ad aiutare, espressa da numerosi privati, enti ed imprese. Eventuali segnalazioni di immobili per strutture ricettive possono essere inviate alla ripartizione politiche sociali (via mail a fluechtlinge.profughi@provinz.bz.it) o ai rispettivi comuni.