Home Notizie BYPASS FERROVIARIO, LA PROCURA APRE UN’ INCHIESTA PER RISCHI AMBIENTALI

BYPASS FERROVIARIO, LA PROCURA APRE UN’ INCHIESTA PER RISCHI AMBIENTALI

164

Bypass ferroviario, la pm Alessandra Liverani ha aperto un fascicolo d’indagine cosiddetto «esplorativo», quindi senza indagati e ipotesi di reato.
La magistratura ha avviato una serie di accertamenti per valutare l’esistenza di possibili profili di reato e verificare se vi sono effettivamente rischi per la salute.
Sotto i riflettori della procura dunque il progetto di Rfi che, attraverso la propria società controllata Italferr, realizzerà la circonvallazione ferroviaria che attraverserà la città di Trento, comprese le aree inquinate dei siti industriali del compendio dell’ex Carbochimica ed ex Sloi di Trento nord, oltre alle rogge che li attraversano e che riversano le acque nel fiume Adige.
La decisione della magistratire fa seguito all’esposto di alcuni cittadini e associazioni in cui si chiede il sequestro preventivo delle aree inquinate perchè – questo il timore – gli scavi potrebbero provocare un disastro ambientale.