Home Notizie CARO BOLLETTE: LA PROVINCIA STANZIA 25 MLN DI EURO PER LE FAMIGLIE

CARO BOLLETTE: LA PROVINCIA STANZIA 25 MLN DI EURO PER LE FAMIGLIE

157

La Provincia scende in campo con un aiuto alle famiglie pari a 25 milioni di euro per pagare le bollette di luce e gas del primo trimestre 2022. Ci sono però due condizione di base per tutte le famiglie: non aver ricevuto il bonus energetico dello Stato ed essere residenti da 10 anni in Trentino, altrimenti non si ha diritto al beneficio provinciale.
Per i nuclei familiari che percepiscono già l’assegno unico provinciale il bonus scatterà in automatico: il sostegno va dai 300 ai 400 euro.
Mentre tutte le altre famiglie, a patto che abbiano determinati prerequisiti, dovranno presentare una domanda attraverso un canale online: in questo caso il bonus va dai 200 ai 250 euro.
Si stima di raggiungere una platea di 60-70mila nuclei.
Un aiuto è in arrivo anche per le imprese. La Provincia intende pubblicare un bando per incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici con una copertura della spesa del 30 per cento da parte dell’ente pubblico.
Le misure straordinarie sono state presentate ieri alle tre organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil dagli assessori provinciali Mario Tonina e Achille Spinelli.
Il provvedimento sarà pre- adottato oggi dalla giunta provinciale e poi sarà oggetto di confronto con il Consiglio delle autonomie locali e le commissioni consiliari. Fra circa 20 giorni dovrebbe essere approvato in via definitiva.
I sindacati si dicono soddisfatti della portata finanziaria del provvedimento, ma chiedono misure strutturali per sostenere il potere d’ acquisto delle famiglie, come la deduzione ai fini dell’addizionale regionale all’Irpef fino a 20.000 euro (oggi è a 15), l’indicizzazione al costo della vita delle misure provinciali di welfare e l’innalzamento della deduzione dei redditi da lavoro femminile ai fini Icef fino a 15-20 euro annui.