Home Notizie SVP IN STALLO: POSSIBILE CHE SI ANTICIPI IL CONGRESSO

SVP IN STALLO: POSSIBILE CHE SI ANTICIPI IL CONGRESSO

68

E’ ancora in un vicolo cieco la Svp dopo la bufera scoppiata sul caso SAD. Inizia a farsi strada l’ipotesi di anticipare il congresso in calendario per ottobre.
Una serie di intercettazioni e conferenze stampa scaturite dopo le rivelazioni sul rinnovo della concessione per il trasporto pubblico hanno fatto emergere un partito spaccato in due fazioni.
I principali rappresentanti, l’assessore Widmann da una parte e il vicepresidente della Svp, Zeller dall’altra sono stati invitati a dimettersi, ma hanno rifiutato.
Widmann, al quale il presidente della Provincia Kompatscher ha tolto le deleghe, ieri ha detto di essere pronto a scusarsi per i toni usati, ma di fatto non fa un passo indietro e rilancia la palla nel campo di Kompatscher ben sapendo che qualunque modifica possa presentare in consiglio troverà in aula un terreno difficile senza numeri certi.
In consiglio provinciale il Movimento 5 Stelle non sembra trovare grandi appoggi per la mozione di sfiducia.
Si è invece dimesso dalla carica di capogruppo in consiglio provinciale Gert Lanz, resta invece consigliere di maggioranza.