Home Rubriche Notizie Mochene I MOCHENI SONO 713, LO DICONO I RISULTATI DELLA RILEVAZIONE SULLA CONSISTENZA...

I MOCHENI SONO 713, LO DICONO I RISULTATI DELLA RILEVAZIONE SULLA CONSISTENZA DELLE POPOLAZIONI DI MINORANZA

110

Sono disponibili i primi risultati della Rilevazione sulla consistenza e la dislocazione territoriale degli appartenenti alle popolazioni di lingua ladina, mochena e cimbra che si è svolta nel 2021 e che ha coinvolto, in maniera volontaria, tutti i residenti nei comuni della provincia di Trento.
Alla rilevazione hanno partecipato 125.843 residenti in provincia di Trento su una popolazione residente al 1° gennaio 2021 di 542.166 individui; il tasso di partecipazione alla rilevazione è risultato pari al 23,2%.
Nei comuni dove risiedono le comunità di minoranza i tassi di partecipazione sono risultati molto più elevati e pari al 68,3% per l’area ladina, all’81,9% per l’area mòchena e al 78% per l’area cimbra.
Hanno dichiarato di sentirsi di appartenere alle popolazioni di lingua ladina, mòchena e cimbra 18.283 persone.
In generale, gli appartenenti alle popolazioni di lingua ladina, mòchena e cimbra appaiono in diminuzione.
Nell’area di insediamento storico della popolazione mòchena, cioè nei tre comuni di FierozzoVlarötz, Frassilongo-Garait e Palù del Fersina-Palai en Bersntol, si registrano 72 mòcheni ogni100 residenti (72,2%), per un totale di 713 persone. I mòcheni sono concentrati quasi esclusivamente nella Comunità Alta Valsugana e Bersntol, dove costituiscono il 2,1% della
popolazione residente totale. La popolazione di lingua mòchena risulta la più legata al territorio di origine: è presente in modo significativo in soli 18 comuni (di cui 12 nella Comunità Alta Valsugana e Bersntol), dove vivono almeno 5 mòcheni, e in 55 comuni se si considera la presenza di almeno un residente che si sente di appartenere a questa minoranza.
Rispetto all’intera provincia gli appartenenti alla popolazione di lingua mòchena sono risultati 1.397, lo 0,3% della popolazione trentina. Il comune nel quale si evidenzia la percentuale più elevata della minoranza linguistica mòchena è Fierozzo-Vlarötz (80%). Anche negli altri due comuni di insediamento storico si è registrata una significativa percentuale di appartenenti, 70,3% a Palù del Fersina-Palai en Bersntol e 62% a Frassilongo-Garait. Sant’Orsola Terme è il quarto comune in cui si è registrato un distintivo tasso di appartenenza di residenti di lingua mòchena (13%). Rispetto al 2011, quando la rilevazione sugli appartenenti alle popolazioni di lingua ladina, mòchena e cimbra era parte integrante del Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, si conferma l’incidenza percentuale provinciale dei mòcheni e dei cimbri, mentre appare diminuita di sei decimi di punto percentuale l’incidenza dei ladini, passando dal 3,5% del 2011 all’attuale 2,9%. Il tasso di comprensione della lingua nell’area mòchena si attesta vicino al 76%. Analizzando la distribuzione delle dichiarazioni di appartenenza per classi di età dei rispondenti emerge un aspetto che accomuna tutti e tre i gruppi linguistici: nelle zone vocate il senso di appartenenza risulta proporzionalmente più elevato per la classe di età da 11 a 17 anni e, a seguire, nella classe dei 65enni e oltre.