Home Notizie IL GIALLO DI MOLINA: L’AUTOPSIA SUL CORPO DELL’UOMO TROVATO CADAVERE NEI BOSCHI...

IL GIALLO DI MOLINA: L’AUTOPSIA SUL CORPO DELL’UOMO TROVATO CADAVERE NEI BOSCHI ESCLUDEREBBE LA MORTE VIOLENTA

775

Il mistero del corpo ritrovato nei boschi della Val di Fiemme nel comune di Castello Molina.
Il risultato dettagliato dell’autopsia effettuata ieri pomeriggio sarà consegnato in queste ore agli inquirenti, ma non sarebbero state trovate tracce riconducibili ad una morte violenta causata ad esempio da lame o armi da fuoco.
La Procura di Trento ha aperto un’inchiesta.
Per aiutare a dare un volto all’uomo, i carabinieri hanno diffuso le foto degli abiti rinvenuti in località Presepio, nei pressi del bivacco di fortuna accanto al cadavere.
Emergono alcuni particolari: si tratta di un uomo di età compresa fra i 30 e i 40 anni, con capelli color castano scuro, alto 1 metro e 80, di corportatura robusta, indossava abiti di taglia XXL, scarponi da trekking numero 45 e aveva 3 tatuaggi.
Uno sull’avambraccio sinistro rappresentante delle frecce incrociate con un elmo al centro, un tatuaggio sul polso destro rappresentante delle rune celtiche sovrastate da un tribale pieno tracciati attorno all’arto e un tatuaggio sull’avambraccio destro con una scritta in rune celtiche attorno all’arto.
Indossava una giacca rossa da motociclista, una felpa con cappuccio nero con la scritta Everlast e un pantalone grigio.
Nel suo portafoglio ormai malridotto non sono stati trovati documenti, ma qualche decina di euro e il biglietto da visita di un albergo.
L’uomo non sarebbe del posto perché non risultano scomparsi: sarebbe vissuto all’addiaccio per alcuni mesi.
Forse si tratta di un camminatore solitario.