Home Notizie MORRA (ANTIMAFIA) A TRENTO: “IN TRENTINO QUASI CI SI VERGOGNA DEL FENOMENO,...

MORRA (ANTIMAFIA) A TRENTO: “IN TRENTINO QUASI CI SI VERGOGNA DEL FENOMENO, NON C’ E’ STATA UNA REAZIONE NETTA”

125

Infiltrazioni della criminalità organizzata in Trentino, non bisogna ignorare il pericolo.
Il presidente della Commissione Antimafia Parlamentare Nicola Morra oggi in visita in regione ha detto: «Davanti ad un caso come quello del processo Perfido, così articolato e complesso, sul territorio trentino non si è registrata una presa di posizione netta e ciò non per una sorta di compiacenza nei confronti di questa consorteria, bensì è sembrato come se si volesse trascurare il fenomeno, quasi vergognandosi che fatti simili possano essere accaduti anche in Trentino».
«Oggi – dice ancora Morra – l’approccio di questo cancro è di tipo imprenditoriale. La mafia, ormai, diversifica gli investimenti e fa business, appoggiandosi, però, a compiacenti professionisti del posto come commercialisti, notai, avvocati, consulenti del lavoro e funzionari di banca. La reazione da parte del territorio tarda ad arrivare, pertanto le istituzioni locali devono dare l’esempio, noi oggi abbiamo fatto da apripista – conclude il Presidente dell’antimafia Nicola Morra – e ci aspettiamo d’essere seguiti perché l’attività di negazione del fenomeno mafioso, che si percepisce anche in Veneto, rende facile la vita a questi pericolosissimi soggetti».
In Alto Adige l’ attenzione deve essere alta in particolare nel settore del fotovoltaico.
“Ci sono investimenti su questo settore che lasciano perplessi” – ha detto Morra.