Home Notizie TRAGEDIA SULLA PRESANELLA

TRAGEDIA SULLA PRESANELLA

818

E’ Enrico Giovannini l’alpinista morto questa mattina poco prima delle 7.30 dopo essere precipitato mentre scalava la parete nord della Presanella.
L’uomo aveva 54 anni ed era di Contà in Val di Non.
Giovannini, stava affrontando la parete assieme a un compagno.
I due alpinisti si trovavano a circa 50 metri dalla cima quando Giovannini è precipitato.
Subito è partita la chiamata al 112.
Il Coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha imbarcato a bordo due tecnici di elisoccorso.
Una volta in quota, l’equipaggio dell’elicottero ha avvistato l’alpinista alla base della parete, anche grazie all’aiuto del gestore del rifugio Denza che stava osservando la parete con il binocolo.
Una volta sbarcati i tecnici dell’elisoccorso non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.
In attesa del nullaosta per il recupero della salma, l’elicottero ha provato a salire per recuperare il compagno sotto shock ma l’avvicinamento non è stato possibile a causa del vento. Di conseguenza, sono stati recuperati a valle due operatori della Stazione di Vermiglio ed elitrasportati nei pressi del bivacco Orobica in modo da raggiungere l’alpinista a piedi e riaccompagnarlo a valle. Poco dopo le 9.30 un secondo tentativo di avvicinamento da parte dell’elicottero è andato a buon fine e il compagno e i due soccorritori sono stati recuperati a una quota di circa 3.300 m.s.l.m. e riportati a valle. Dopo il nullaosta delle autorità la salma è stata trasferita a Vermiglio.
Enrico Giovannini era il padre di Elisa Giovannini, giocatrice 18enne del Trento Calcio Femminile. La tragica notizia ha raggiunto la ragazza a Riccione dove la squadra oggi era impegnata nella terzultima giornata del campionato di serie C.
Anche la madre di Elisa è impegnata nel Trento Calcio femminile dove ricopre il ruolo di dirigente