Home Rubriche La rete della salute FARE RETE CONTRO I SUICIDI

FARE RETE CONTRO I SUICIDI

164

“Essere rete per sostenere equilibri complessi”, è il titolo dell’ importante convegno che si è svolto a Trento durante il quale si sono confrontati Progetto invito alla vita di Trento, la Rete prevenzione del suicidio di Bolzano e il Tavolo provinciale per la prevenzione dei gesti suicidiari di Treviso.
Un fenomeno difficile da decifrare quello del suicidio.
Il Trentino tradizionalmente ha avuto sempre numeri mediamente più alti del resto d’Italia. Gli ultimi dati disponibili sono quelli pre-pandemici relativi al 2019 quando in provincia si sono registrati 46 decessi, due in più rispetto all’anno precedente. La pandemia non ha portato a una crescita dei suicidi. L’emergenza infatti si sposta più avanti, quando bisogna dare fondo a tutte le energie per recuperare, ripartire e ricostruire, come ha sottolineato la dottoressa Wilma Di Napoli, Dirigente Unità Psichiatria Apss. Complicato dire perché proprio il Trentino, territorio che si distingue per welfare e servizi efficaci, sia interessato maggiormente da questo triste fenomeno, ma l’aspetto che al momento preoccupa di più è quello delle fasce giovanili dove i fenomeni suicidiari sono in aumento non solo in Italia, ma in tutti i paesi occidentali.
Mettere in campo tutte le risorse disponibili e affrontare il problema invece di evitare di parlarne, avendo il coraggio quando necessario di chiedere aiuto a uno specialista, o a una persone di fiducia. Questo l’ appello lanciato dai relatori. Fare rete insomma per sostenere equilibri sempre più complessi nella nostra società.