Home Notizie SICCITA’, RONZO-CHIENIS SOSPENDE EROGAZIONE DELL’ACQUA TRA LE 23 E LE 6. DOMANI...

SICCITA’, RONZO-CHIENIS SOSPENDE EROGAZIONE DELL’ACQUA TRA LE 23 E LE 6. DOMANI LE REGIONI CHIEDONO LO STATO DI EMERGENZA

86

Siccità. La situazione è sempre più preoccupante. A causa delle scarse precipitazioni nevose dello scorso inverno, della mancanza di pioggia e del clima torrido di queste settimane, si registrano in Trentino i primi provvedimenti per fronteggiare la scarsità di risorse idriche. Con un’ ordinanza, il sindaco di Ronzo-Chienis Gianni Carotta sospende la fornitura di acqua alla popolazione dalle 23 alle 6. L’ordinanza è in vigore da oggi. Analogo provvedimento era stato adottato la scorsa settimana per le frazioni di Santa Barbara e Prà del Lac.
A livello provinciale la situazione viene monitorata costantemente. A partire dalla portata del fiume Adige. Che attualmente è sotto del 24%. “Ma rispetto al Po — sottolinea l’assessore Mario Tonina — la situazione è ancora sotto controllo”. Ma piazza Dante invita a non sprecare risorse idriche. Ieri, in una riunione dell’Osservatorio sul Po, si è deciso di intervenire con un provvedimento transitorio di riduzione dei prelievi per l’irrigazione del 20%. Una misura che il Trentino potrebbe anche non applicare “ma che rilanciamo — dice Tonina — per solidarietà”. Proprio nell’ottica della prevenzione, la Provincia interverrà a giorni con un’ordinanza o una circolare per chiedere di evitare gli sprechi di acqua.
Domani nella conferenza stato regioni ci sarà la richiesta per lo stato di emergenza.