Home Notizie SICCITA’: LA PROVINCIA RACCOMANDA DI NON SPRECARE

SICCITA’: LA PROVINCIA RACCOMANDA DI NON SPRECARE

192

La situazione non è ancora grave, ma preoccupa anche la provincia di Trento, la penuria d’acqua, col vicepresidente Mario Tonina che ha scritto a tutti i sindaci chiedendo di mettere in atto verifiche e risparmi. Lo scenario di severità idrica – scrive – è passato da medio ad alto per tutto il distretto delle alpi orientali, salvo il bacino dell’Adige, e anche il Trentino è stato invitato a fare la sua parte mettendo in atto misure di risparmio a titolo di solidarietà con l’emergenza dei territorio di valle, anche se – aggiunge Tonina – l’apporto complessivo dei quantitativi destinati all’uso idropotabile non è percentualmente prioritario rispetto al totale.
Le misure chieste dalla Provincia ai comuni vanno dagli interventi per ridurre la domanda a quelli per aumentare la disponibilità idrica, ad esempio rimodulando le pressioni degli acquedotti per diminuirne le perdite. Limitare la disponibilità di acqua delle fontane pubbliche, eventuali divieti per alcuni usi urbani come il lavaggio dei veicoli, l’irrigazione dei giardini o delle colture annuali, razionando ad esempio l’acqua nelle ore notturne.
Si tratta per ora di un invito, non di obblighi, ciascun comune potrà decidere che strada seguire sulla base della propria situazione.