Home Notizie L’ ECONOMIA DELLA REGIONE CRESCE MA LE PREVISIONI PER IL FUTURO NON...

L’ ECONOMIA DELLA REGIONE CRESCE MA LE PREVISIONI PER IL FUTURO NON SONO BUONE

86

Presentato da Banca d’Italia il rapporto congiunturale dell’economia delle province autonome di Trento e Bolzano.
Nel corso del 2021 l’attività economica ha segnato un rilevante recupero, ma il Pil reale risulta inferiore ai livelli del 2019 per il 3,2% in Trentino e al 4,3% in Alto Adige.
A incidere soprattutto il mancato recupero dei flussi turistici precedenti la pandemia, in particolare di quelli internazionali. Il turismo trentino ha risentito di un calo di pernottamenti del 28% , -34% in Alto Adige.
Guardando al futuro prossimo lo scenario rimane incerto: l’aumento dei costi energetici, le difficoltà di approvvigionamento e l’elevato clima di incertezza legati alla guerra in Ucraina condizionano le prospettive di crescita anche per l’anno in corso.
Nel 2021 in Trentino il tasso di occupazione è cresciuto quasi dell’1%, in calo dell’1,4% in Alto Adige: in entrambe le province dalla primavera dell’anno scorso sono cresciuti i contratti di lavoro dipendenti, soprattutto a termine.
Tornano a crescere i redditi e i consumi delle famiglie ma allo stesso tempo crescono anche i prezzi al consumo facendo crollare il clima di fiducia nei primi mesi del 2022, con conseguenze potenzialmente negative sui consumi.
Dopo il rallentamento del 2020, infine, i prestiti alle famiglie sono aumentati decisamente, i mutui soprattutto a tasso fisso per l’acquisto delle abitazioni, quasi +6% in Trentino, +8% in Alto Adige.