Home Notizie TRAGEDIA DELLA MARMOLADA, “LA PREVEDIBILITA’ E’ ESCLUSA” DICE IL PROCURATORE DI TRENTO...

TRAGEDIA DELLA MARMOLADA, “LA PREVEDIBILITA’ E’ ESCLUSA” DICE IL PROCURATORE DI TRENTO RAIMONDI

113

“La prevedibilità dell’evento è esclusa, non c’è, noi apriamo tutte le porte che abbiamo davanti per verificare cosa è successo e ricostruire il fatto”. Lo ha detto il procuratore capo di Trento, Sandro Raimondi, sull’inchiesta per disastro colposo aperta in seguito al disastro della Marmolada.
“Sentiremo persone, vedremo filmati e coinvolgeremo il mondo scientifico per fare prove per capire, dal punto di vista
idraulico, come mai c’era questa grossa massa d’acqua”, ha aggiunto il procuratore.
Questa mattina c’è stato un vertice in procura a Trento per fare il punto. Resta contro ignoti il fascicolo per disastro colposo.
Non ci sono indagati – ha spiegato il procuratore Sandro Raimondi – e non è dato sapere se ce ne saranno in futuro.
Indagini che saranno mirate solo a chiarire eventuali responsabilità penali, mentre sono state acquisite le immagini del luogo della tragedia e ascoltati testimoni.
A Canazei intanto sono giunti i Ris di Parma con il compito di dare un nome e cognome alle vittime tramite l’esame del dna.
Non si esclude il coinvolgimento del mondo scientifico tramite consulenti della Procura per meglio capire la causa della tragedia.
Intanto i tempi per i funerali delle vittime del disastro della Marmolada, almeno quelle ufficialmente riconosciute, potrebbero essere abbastanza brevi.
La Procura di Trento dovrebbe concedere infatti il nulla osta prossimamente almeno per i veneti Filippo Bari, Paolo Dani, Tommaso Carollo e la trentina Liliana Bertoldi.