Home Notizie MARMOLADA: CONCLUSE LE OPERAZIONI VIA TERRA, SI PROSEGUE CON LA RICOGNIZIONE DEI...

MARMOLADA: CONCLUSE LE OPERAZIONI VIA TERRA, SI PROSEGUE CON LA RICOGNIZIONE DEI DRONI

65

La squadra scelta con le unità cinofile era partita alle 6:30 e ha fatto ritorno alle 9:15. I 14 operatori con i 2 cani della guardia di finanza specializzati nel corso dell’operazione nell’area interessata dal distacco del ghiacciaio della Marmolada, a valle della colata hanno trovato resti organici e di materiale tecnico.
Il tutto è stato recuperato, trasportato a valle e consegnato per le analisi dei Ris di Parma che hanno garantito celerità di risposta.
Già domani mattina sono attesi i primi risultati, che dovrebbero ricondurre tutti i reperti sia organici che tecnici alle vittime. La fase successiva sarà invece comparare questi Dna con quelli prelevati ai parenti per dare un nome ai corpi ancora non identificati.
La giornata di oggi ha avuto inizio questa mattina alle 5, con un primo momento di briefing. La ricognizione a terra, ritenuta particolarmente rischiosa (dato che una parte della calotta interessata dal disastro è ancora pericolante sul pendio sottostante) si è svolta con il supporto di un elicottero in volo con le squadre agganciate a un verricello per l’immediata evacuazione delle persone impegnate nella ricerca in caso di pericolo o di movimento del ghiacciaio.
La frana di roccia e ghiaccio viene costantemente monitorata grazie a tre radar posizionati in quota al Rifugio Marmolada. Le strumentazioni, simili a quelle utilizzate in occasione della tragedia dell’hotel Rigopiano in Abruzzo, finora non hanno rilevato movimenti.