Home Notizie NON C’ERANO SEGNALI DI CROLLO IMMINENTE SULLA MARMOLADA. LO DICONO GLI STUDIOSI...

NON C’ERANO SEGNALI DI CROLLO IMMINENTE SULLA MARMOLADA. LO DICONO GLI STUDIOSI DEL COMITATO GLACIOLOGICO ITALIANO

80

Prima del crollo di domenica, sulla Marmolada “non si sono osservati dei segnali evidenti di un collasso imminente. Salvo rarissimi casi, nei ghiacciai, a differenza delle frane, non vi sono sistemi di allerta che misurano movimenti e deformazioni in tempo reale”.
Lo sottolineano i ricercatori del Gruppo di lavoro glaciologico-geofisico per le ricerche sulla Marmolada, che da vent’anni studiano il ghiacciaio, coordinati da Aldino Bondesan, dell’Università di Padova, responsabile del Comitato Glaciologico Italiano per il coordinamento della campagna glaciologica annuale nelle Alpi orientali.
Per gli studiosi inoltre i crepacci, che hanno avuto un ruolo fondamentale nel distacco, “erano visibili già da diversi anni e di per sé fanno parte della normale dinamica glaciale. Il ritiro e il riscaldamento determinano un aumento della frequenza degli eventi, e in generale un aumento della pericolosità delle fronti glaciali”.
L’osservazione annuale di molti ghiacciai è stata recentemente abbandonata proprio per l’incremento delle condizioni di rischio alle fronti glaciali.