Home Rubriche Notizie Mochene A FIEROZZO IL RICORDO DEI CADUTI DELLE GUERRE

A FIEROZZO IL RICORDO DEI CADUTI DELLE GUERRE

59

Cerimonia alla Feldkapelle in località Putzn sopra Fierozzo, per commemorare i caduti delle guerre. Il gruppo alpini di Fierozzo, guidato da Elio Moltrer, domenica 3 luglio è salito in questo luogo che rappresenta la pace fra le nazioni per celebrare il 22° anniversario della ricostruzione della cappella nei luoghi in cui, più di un secolo fa, sorgevano i baraccamenti dei soldati austroungarici. Il tutto in un clima di fratellanza, grazie anche alla presenza di numerosi rappresentanti delle compagnie di Schützen e di ex combattenti anche dall’Alto Adige.
La mattinata di commemorazione è iniziata davanti alla chiesa di Fierozzo, dove sorge il monumento ai caduti: presenti gli alpini, il sindaco Lorenzo Moltrer, il presidente dell’Istituto Culturale Mocheno Luca Moltrer, rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri della stazione di Sant’Orsola, dei vigili del fuoco di Fierozzo ed anche una delegazione della Croce Nera dall’Austria. Poi, dopo la salita alla Feldkapelle in Valcava, è stata celebrata la messa da don Romeo Zuin, il parroco della valle dei Mocheni che per la prima volta è salito alla Feldkapelle ricordando i caduti di tutte le guerre, gli alpini “andati avanti”. Il sindaco Moltrer ed il gruppo alpini hanno anche fatto dono, al termine della cerimonia, di un attestato con medaglia d’argento a ricordo della Feldkapelle per il parroco don Zuin e per l’alpino più anziano del gruppo di Fierozzo, Andrea Marchel classe 1938. Un intenso momento che ogni anno si rinnova per invocare l’amicizia e la pace fra le nazioni, come ben raffigurato dalle tre bandiere (italiana, austriaca ed europea) che sventolano alla cappella fra le vette del Lagorai.