Home Notizie L’ANAC BACCHETTA APSS SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

L’ANAC BACCHETTA APSS SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

98

L’Anac bacchetta l’ Azienda Sanitaria Trentina sulla gestione dei rifiuti speciali.
L ’Autorità Anticorruzione, a seguito di un’ ispezione della Guardia di Finanza, giudica inefficiente la modalità con cui l’azienda tratta lo smaltimento di questi rifiuti.
In base agli accertamenti ispettivi delle Fiamme Gialle compiuti nei mesi scorsi, Anac ha appurato che l’ appalto del servizio di gestione dei rifiuti pericolosi e non, prodotti dagli ospedali del Trentino e dalle strutture dell’Azienda, è affidato dal 2013 sempre alla stessa società, della provincia di Genova. Dal febbraio 2020, invece di fare una nuova gara si è andati avanti con continue proroghe. Il valore dell’ affidamento è stato pari a 6 milioni e mezzo, mentre quello delle proroghe ha già superato in due anni i due milioni e mezzo di euro.
Proroghe ingiustificate che violano i principi di libera concorrenza secondo l’Anticorruzione che ha richiamato l’Azienda Sanitaria al rispetto del Codice degli Appalti sollecitando una nuova gara in tempi celeri.
L’istruttoria di Anac ha accertato inoltre inadempimenti nel servizio di bonifica delle cisterne per i rifiuti liquidi da parte della società ligure del servizio, la quale ha dovuto fornire servizi compensativi di ritiro trasporto e smaltimento rifiuti presso i magazzini di Lavis e di Pergine per un importo di oltre 45 mila euro.