Home Notizie MARMOLADA, SOSPESI GLI INTERVENTI PER IL TROPPO CALDO

MARMOLADA, SOSPESI GLI INTERVENTI PER IL TROPPO CALDO

68

Marmolada: dopo la tragedia del 3 luglio scorso nella quale hanno perso la vita 11 persone tecnici ed esperti non saliranno sul ghiacciaio almeno per le prossime due settimane.
I rischi sono troppi e le temperature sono troppo elevate per garantire condizioni di sicurezza minime, spiega Raffaele De Col capo della Protezione Civile trentina. A destare allerta i movimenti che domenica all’alba hanno portato all’ampliamento di uno dei crepacci – preesistenti – della Regina delle Dolomiti che ne svelano tutta la sofferenza dovuta al caldo.
Se si è di fronte al rischio di nuovi crolli o se invece i movimenti del 17 luglio siano destinati a non avere seguito per settimane, mesi, anni, serve studiare il ghiacciaio. Per farlo è necessario andarci fisicamente e al momento non si può fare perchè è troppo pericoloso.
Oggi pomeriggio intanto ci saranno alle 16 i funerali di Liliana Bertoldi, la 58enne di Levico unica vittima trentina della tragedia della Marmolada.
Le esequie saranno celebrate nella chiesa arcipretale del centro termale, con il rosario che sarà recitato in chiesa dalle 15.30.