Home Notizie EMERGENZA IDRICA: IL COMUNE DI RIVA ESTENDE L’ ORDINANZA SUL CONSUMO DI...

EMERGENZA IDRICA: IL COMUNE DI RIVA ESTENDE L’ ORDINANZA SUL CONSUMO DI ACQUA POTABILE

119

Il Comune di Riva del Garda estende l’ordinanza sul consumo d’acqua potabile all’intero territorio comunale. Da oggi l’uso dell’acqua potabile è ammesso solo per gli impieghi alimentare e igienico sanitario.
Lo stabilisce una nuova ordinanza che la sindaca Cristina Santi ha firmato oggi, e il cui testo segnala alcuni degli utilizzi espressamente vietati di acqua potabile proveniente dagli acquedotti comunali: il lavaggio di autoveicoli (con esclusione degli operatori professionali e impianti autorizzati), il lavaggio di spazi e aree private, il riempimento di piscine private e ogni altro uso improprio che comporti prelievi anomali dall’acquedotto, nonché l’irrigazione di giardini e di orti privati (se non effettuata con l’ausilio di piccoli innaffiatoi manuali). Resta salvo l’utilizzo dell’acqua potabile per usi commerciali e produttivi. La durata dell’ordinanza, in quanto legata all’assenza di precipitazioni, non può essere stabilita a priori ma si protrarrà fino alla revoca. La società Ags spiega che l’acquedotto di Riva del Garda è in sofferenza e la tendenza nei prossimi giorni è in peggioramento, visto l’aumento della richiesta di acqua potabile per via della stagione turistica e delle temperature elevate. La riduzione di disponibilità dalle sorgenti è stimabile, come dato medio rispetto allo standard stagionale, a -40 % su tutte le sorgenti comunali.
La sanzione prevista in caso di violazione va da 50 a 300 euro.