Home Notizie NEL 2022 IN TRENTINO CRESCONO DEL 6,9% LE IMPRESE GUIDATE DA STRANIERI

NEL 2022 IN TRENTINO CRESCONO DEL 6,9% LE IMPRESE GUIDATE DA STRANIERI

104

In Trentino aumentano del 6,9% le imprese guidate da stranieri. Lo dicono i dati elaborati dalla Camera di Commercio di Trento. Negli ultimi 10 anni l’andamento ha registrato una crescita prossima al 30%.
Scendendo nel dettaglio dei diversi comparti economici, la quota più consistente di imprese “straniere” (il 28,5%) opera nel comparto delle costruzioni; anche i settori del commercio (20,6%) e del turismo legata alla ristorazione (13,2%) rappresenta un’ambito di attività di interesse per gli imprenditori immigrati.
L’ impresa individuale rappresenta la scelta prevalente con 2.886 unità, oltre il 70% del totale. A seguire, le società di capitale (19,0%), le società di persone (10,5%) e le altre forme (0,3%).
Considerando i Paesi di provenienza degli imprenditori immigrati (con riferimento alle sole imprese individuali, le uniche per cui è possibile associare la nazionalità al titolare), quello più rappresentato si conferma essere l’Albania, con 412 imprese individuali registrate alla fine di giugno (il 14,3% del totale); seguono la Romania, il Marocco, la Svizzera (area nella quale si continua a registrare un sensibile fenomeno migratorio “di ritorno” da parte dei figli di emigrati italiani), la Cina e poi con numeri più contenuti, il Pakistan, la Moldavia e la Macedonia del Nord.
Nel settore delle costruzioni si rileva una significativa presenza di imprenditori albanesi e rumeni, che rappresentano rispettivamente il 9,4% e il 5,4% delle imprese individuali con titolare straniero. Gli imprenditori marocchini e cinesi sono invece più impegnati nel settore del commercio, soprattutto al dettaglio, dove rappresentano rispettivamente il 4,5% e l’1,6%.