Home Notizie ELEZIONI: CENTRODESTRA TRENTINO CONTRO L’IPOTESI DI TERZO POLO CON IL PD

ELEZIONI: CENTRODESTRA TRENTINO CONTRO L’IPOTESI DI TERZO POLO CON IL PD

155

La politica, l’ipotesi di accordo tra Pd e Azione- Italia Viva causano dure reazioni anche in regione.
Batti e ribatti tra Michaela Biancofiore e Donatella Conzatti.
La deputata altoatesina se la prende con la collega trentina scrivendo che “pur di venire eletta sta fornendo la prova di un’operazione di maquillage chiedendo la deroga a potersi candidare col campo largo nel collegio di Rovereto”.
Pronta la replica di Donatella Conzatti, a cui non è piaciuto soprattutto il riferimento al fatto di essere stata eletta grazie proprio a Biancofiore quando era un volto di Forza Itali.
Conzatti accusa la collega di aver fatto confusione con la normativa delle Province a Statuto Speciale: “In virtù dell’autonomia non esistono le leggi proporzionali al senato ma la sfida avviene soltanto nei collegi territoriali uninominali”.
La senatrice accusa a sua volta la collega di essere stata eletta “grazie a un paracadute in Emilia Romagna” e di essersi sentita esonerata dall’occuparsi del futuro delle autonomie.
In merito al terzo Polo, Conzatti accusa Biancofiore di essere solo preoccupata perché consapevole che possa risultare “più credibile agli occhi di tanti elettori moderati europeisti delle proposte della destra”