Home Notizie PRESIDIO DI PROTESTA AL MUSE STASERA, I LAVORATORI LAMENTANO CONDIZIONI DI LAVORO...

PRESIDIO DI PROTESTA AL MUSE STASERA, I LAVORATORI LAMENTANO CONDIZIONI DI LAVORO INACCETTABILI

109

Assemblea e presidio di protesta questa sera a partire dalle 21 al Muse di Trento.
I lavoratori del Museo, una cinquantina di professionisti e guide specializzate, lamentano condizioni occupazionali non più accettabili e irrispettose: contratti part time, assenza di turni di lavoro certi, esternalizzazioni a cooperative senza che venga riconosciuta l’indennità di appalto, ferie impossibili da consumare e finite in busta paga a loro insaputa.
Dal 2013 al 2022 c’ è stata quella che definiscono la grande fuga: 120 di loro hanno dato le dimissioni, 3 soltanto nell’ultimo mese.
Nel pomeriggio la replica del Museo che ha ricordato l’apertura di 30 nuove posizioni professionali, programmazione degli eventi di tutta l’estate comunicata a inizio giugno, quella riguardante le attività educative dell’autunno fornita a fine giugno.
La demonizzata esternalizzazione – si legge ancora in una nota dell’ ente – ha comunque permesso l’assunzione a tempo indeterminato del personale.
Qualcosa si è mosso con concorsi che sono tutt’ora in fase di svolgimento e la decisione della giunta provinciale di reinternalizzare il 70% delle attività di didattica oggi esternalizzate, ma non basta dicono i sindacati.