Home Rubriche Le ragioni dell’autonomia LA FESTA DELL’AUTONOMIA: ECCO IL PROGRAMMA

LA FESTA DELL’AUTONOMIA: ECCO IL PROGRAMMA

73

Tutto pronto per la Festa dell’ Autonomia, che celebra l’accordo De Gasperi – Gruber del 5 settembre 1946. Quest’anno la ricorrenza cade nel 50esimo anniversario del Secondo Statuto di Autonomia.
Un passaggio fondamentale per la crescita di questo territorio che il consiglio provinciale ha tutta l’intenzione di celebrare al meglio. Le proposte avranno luogo il 31 agosto, giorno esatto della ricorrenza: era il 31 agosto di 50 anni fa, infatti, quando il presidente della Repubblica Giuseppe Leone firmò il decreto con il testo del nuovo statuto. Il momento più solenne delle iniziative sarà la seduta straordinaria del consiglio provinciale. Nella sala in cui si votano le leggi che costruiscono l’autonomia si rifletterà su cosa ha significato il passaggio del secondo statuto, per la storia di questa terra. La seduta inizierà alle 14.30, con il saluto del presidente del consiglio provinciale Walter Kaswalder e del presidente della Provincia Maurizio Fugatti. A seguire avranno lo spazio per portare una loro riflessione gli ex presidenti del consiglio provinciale. Ospite d’onore sarà la vicepresidente Daria de Pretis. Dopo di lei interverranno i delegati delle scuole partecipanti ai laboratori “Ci pensiamo Noi”, che ha coinvolto il liceo Prati di Trento, il liceo Maffei di Riva e l’Ipc Don Milani di Rovereto. È previsto, a seguire, verso le 16.30, uno spazio per i consiglieri provinciali. Sarà possibile seguire in streaming la seduta attraverso il canale Youtube del consiglio. La giornata proseguirà alle 18, quando si terrà il secondo appuntamento della giornata: a palazzo Trentini sarà inaugurata la mostra “Mille anni di Autonomia: dal Principato all’Euregio”. Tra le iniziative destinate a permanere, non va dimenticata la digitalizzazione completa di tutti i dibattiti consiliari susseguitisi dal 1972 ad oggi, materiale oggi a disposizione di cittadini e ricercatori, con possibilità di consultarlo. Il 5 settembre, una giornata altrettanto speciale, con un intenso programma di iniziative che parte in mattina con l’ l’inaugurazione
dell’esposizione permanente “La Provincia si racconta. Un viaggio tra storia, presente e futuro dell’autonomia trentina”, curata dalla Fondazione Museo storico del Trentino e ospitata nella sede del palazzo provinciale in piazza Dante. Un progetto aperto e in continuo aggiornamento che, con le sue installazioni propone una pluralità di contenuti e linguaggi fornendo al visitatore l’opportunità di percorrere 50 anni di storia dell’autonomia attraverso lo sviluppo delle competenze acquisite con il Secondo Statuto del 1972.
L’ evento clou della festa si terrà alle 21 al teatro sociale, con la cerimonia ufficiale, gli interventi delle autorità e il conferimento dell’onorificenza Aquila di San Venceslao a Günther Platter, Capitano del Tirolo. In scaletta inoltre il concerto del Coro della Sat-Società degli alpinisti tridentini, per raccontare anche attraverso la musica il legame con la montagna e il territorio trentino. Dal 5 settembre e fino al 31 dicembre 2022, per celebrare il Cinquantenario dello Statuto sono state progettate delle installazioni temporanee a forma di “A”, come autonomia appunto, che saranno poste all’ingresso principale della Provincia e della Regione in piazza Dante, e altre collocate in via Manci, presso la Presidenza del Consiglio Provinciale, e in via Torre Verde, presso il Consiglio delle Autonomie Locali.