Home Notizie ARCO, BASE JUMPER “APPESO” ALLA PARETE, MIRACOLATO DAL SOCCORSO ALPINO

ARCO, BASE JUMPER “APPESO” ALLA PARETE, MIRACOLATO DAL SOCCORSO ALPINO

100

Può ringraziare la sua buona stella, ma soprattutto l’abilità e competenza del Soccorso Alpino, il base jumper che ieri sera è rimasto appeso a 15 metri da terra, con la vela incastrata tra i rami di un albero sulla parete Moleta, all’ingresso del paese di Arco. La chiamata è arrivata alle 18:40 al Numero Unico per le Emergenze 112 e, dopo una tempestiva localizzazione, la Centrale unica di Trentino Emergenza, con il Coordinatore dell’Area operativa Trentino Meridionale del Soccorso Alpino e Speleologico, ha richiesto l’intervento dell’elicottero. Nel frattempo, ulteriori informazioni arrivavano in centrale grazie ad una serie di foto condivise da altri jumpers presenti sul posto, alla base della parete.
L’elicottero, proveniente da un altro intervento, si è subito portato sul posto, dato l’alto rischio che l’appiglio potesse cedere e il giovane precipitare, a penzoloni nel vuoto ad un paio di metri circa dalla roccia. Minuti col fiato sospeso per lui e per chi ha assistito all’intervento del Soccorso Alpino che, valutata la situazione, ha deciso di procedere con un intervento da terra, anche per il rischio che l’aria mossa dalle pale dell’elicottero potesse far precipitare la situazione: quattro uomini sono stati elitrasportati in vetta, insieme al medico, e si sono calati per un centinaio di metri fino all’uomo per poi calarlo a loro volta a terra. Un ultimo soccorritore si è infine occupato della vela, rimasta in parete. L’uomo è stato infine affidato all’autoambulanza e trasferito all’ospedale di Arco, in condizioni fortunatamente non gravi.