Home Notizie MAXIFRODE DA 12 MILIONI IN ALTO ADIGE NEL SETTORE EDILE, SIGILLI AD...

MAXIFRODE DA 12 MILIONI IN ALTO ADIGE NEL SETTORE EDILE, SIGILLI AD UNA PROPRIETA’ CON PISCINA A CALDARO

183

Frode fiscale nell’edilizia, evasione di imposte sui redditi e iva per 12 milioni di euro.
L’ha scoperta la Guardia di Finanza di Bolzano.
Denunciate 11 persone per utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, omessa o infedele dichiarazione, dichiarazione fraudolenta, occultamento o distruzione di scritture contabili, indebite compensazioni, riciclaggio e autoriciclaggio.
Otto erano semplici «prestanome», reclutati tra gli operai edili, i quali figuravano come amministratori di società di cui sapevano poco o nulla.
Un duro colpo per tre costruttori residenti in Alto Adige che gestivano da Bolzano 16 società edili con sedi anche a Milano, Bologna e Roma: una volta che le Fiamme Gialle hanno scoperto i loro trucchetti per evadere le imposte, si sono visti sfilare dalle tasche 4 immobili in zone prestigiose del capoluogo, nel meranese e ad Appiano, e risorse liquide per 1 milione e 300mila euro, per un totale che supera i 4 milioni.
Lungo la Strada del Vino sono scattati i sigilli a una proprietà con piscina con vista sul lago di Caldaro.
Sequestrate anche rilevanti somme in contanti: nell’abitazione di uno degli indagati, nascosti nel guardaroba, c’erano 140 mila euro.