Home Notizie CARO ENERGIA, IL COMUNE DI TRENTO CORRE AI RIPARI: MENO ILLUMINAZIONE PUBBLICA...

CARO ENERGIA, IL COMUNE DI TRENTO CORRE AI RIPARI: MENO ILLUMINAZIONE PUBBLICA E SMARTWORKING

161

Anche il comune di Trento corre ai ripari adottando un piano per far fronte al caro energia.
Presentati questa mattina in conferenza post giunta tutti gli interventi dell’ amministrazione per contenere i consumi energetici.
Massimo 19 gradi in ufficio, riscaldamento un’ora in meno al giorno, accensione posticipata al 22 ottobre, e l’ipotesi d spegnimento di alcuni parchi e ciclabili senza andare ad incidere sulla pubblica sicurezza.
L’illuminazione pubblica con i suoi 18mila punti luce rappresenta il 56% della spesa totale per l’energia elettrica del Comune.
Se nel 2021 la spesa è stata di 2,1 mln, la proiezione per il 2022 fa salire la spesa a 3,6 mln in assenza di interventi.
La spesa totale per l’energia elettrica da un 2.7 mln del 2021 salirà a 8.6 nel 2023. si lavora anche sul piano dello smartworking, incrementando il lavoro da remoto si potrebbe evitare di riscaldare alcuni spazi di lavoro negli edifici comunali, ma per fare ciò servirà prima un confronto con i sindacati.
Altro punto, il Natale.
Non si rinuncerà alle luminarie che vengono invece confermate ma con una riduzione del 15-20 % della durata di accensione giornaliera.