Home Notizie OMICIDIO VERSCIACO: I COMPAGNI DI MUSTAFA ZEESHAN SARANNO SENTITI COME TESTIMONI

OMICIDIO VERSCIACO: I COMPAGNI DI MUSTAFA ZEESHAN SARANNO SENTITI COME TESTIMONI

134

Mustafa Zeeshan è capace di intendere e volere. Lo ha detto ieri in aula il perito del Gip lo psichiatra Eraldo Mancioppi.
L’uomo ha assassinato la moglie, Fatima incinta all’ottavo mese, la notte del 30 gennaio 2020 nella loro casa di Versciaco, picchiandola e soffocandola.
L’uomo che è a processo per omicidio volontario sostiene di non ricordare nulla di quella notte: secondo la difesa, Zeeshan avrebbe ucciso la moglie durante il sonno, a causa di un raro disturbo, chiamato Rbd, che gli è stato diagnosticato attraverso una perizia. I suoi avvocati hanno ottenuto che vengano raccolte anche le testimonianze dei compagni di cella dell’imputato, per riferire se egli manifesti o meno dei disturbi evidenti durante il sonno. La prossima udienza è in programma il 18 ottobre, quando saranno ascoltati i genitori dell’imputato.