Home Notizie INCHIESTA SUI GREEN PASS FALSI IN TRENTINO: TUTTI I 92 INDAGATI SONO...

INCHIESTA SUI GREEN PASS FALSI IN TRENTINO: TUTTI I 92 INDAGATI SONO STATI RINVIATI A GIUDIZIO

132

Sono stati rinviati giudizio tutti i 92 indagati dell’inchiesta sui green pass falsi in Trentino: si tratta dell’infermiere Gabrielle Macinati, ritenuto a capo di quella che secondo la Procura era una vera e propria «associazione a delinquere finalizzata alla realizzazione di test rapidi mendaci, la moglie, i tre collaboratori e 87 clienti che si erano rivolti ai due centri di Trento e Pergine per ottenere una falsa certificazione di positività ed evitare così il vaccino.
Nei guai sono finiti, impiegati, liberi professionisti, operai e anche alcuni esponenti delle forze di polizia.
Secondo gli accertamenti dei carabinieri, nei due “tamponifici” sono stati eseguiti 33mila test in due mesi, in media oltre 600 al giorno.
L’udienza è stata fissata a maggio 2023.
Pesanti le accuse per Macinati, la moglie, e tre collaboratori. Sono chiamati a rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo al sistema informatico.
I clienti sono accusati a vario titolo dei reati di corruzione, falso e concorso in accesso abusivo a un sistema informatico. C’è chi ha pagato fino a 250 euro per falsi certificati Covid.