Home Notizie FEMMINICIDIO DI BOLZANO: AVNI MECJA RESTA IN SILENZIO E NON RISPONDE AL...

FEMMINICIDIO DI BOLZANO: AVNI MECJA RESTA IN SILENZIO E NON RISPONDE AL GIUDICE. POSSIBILE IL TRASFERIMENTO A TRENTO

249

Oggi in carcere a Bolzano si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto di Avni Mecja, l’operaio edile reo confesso dell’omicidio della compagna, Alexandra Elena Mocanu. L’uomo, che rischia l’ergastolo, si è avvalso della facoltà di non rispondere.
“Sta bene ed è molto provato e pentito” ha detto il suo legale Massimo Dal Ben.
E’ possibile che Mecja sarà trasferito nel carcere di Trento.
Durante il lungo interrogatorio, la scorsa notte, aveva confessato di aver colpito la donna in testa con un martello da muratore al culmine dell’ennesima litigata.
Un’ escalation di un rapporto conflittuale legato anche alla gelosia ha detto l’avvocato difensore dell’ omicida.
L’arma del delitto non è stata ancora trovata. Due colpi di mazza alla tempia così sarebbe morta sul colpo Alexandra Elena Mocanu, che nonostante il passato violento del compagno aveva deciso di tornarci insieme.