Home Notizie SUL TAVOLO DEL MINISTRO CALDEROLI LA QUESTIONE DEL RINNOVO DELLE CONCESSIONI IDROELETTRICHE,...

SUL TAVOLO DEL MINISTRO CALDEROLI LA QUESTIONE DEL RINNOVO DELLE CONCESSIONI IDROELETTRICHE, DELLE NORME DI ATTUAZIONE E DEI RAPPORTI FINANZIARI

140

Il presidente Maurizio Fugatti ha incontrato a Roma il nuovo ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Roberto Calderoli, per parlare di norme di attuazione, di concessioni idroelettriche e di rapporti finanziari con lo Stato.
Facendo il punto su quei provvedimenti che la Commissione dei Dodici non è riuscita a portare a compimento a causa della caduta del governo Draghi si è detto che è particolarmente attesa dal governo provinciale la norma di attuazione sugli orari del commercio, sull’Agenzia delle entrate, sull’urbanistica e il paesaggio, sull’ordinamento del personale e sui giudici di pace.
Però ci sono altri due temi al centro del dialogo.
Il primo: i rapporti finanziari con lo Stato, Trento e Bolzano dovrebbero recuperare 480 milioni di euro; 130 i milioni di euro di accise arretrate per il solo Trentino. Il secondo tema tocca invece una delle questioni più spinose e strategiche per la giunta provinciale: la legge che proroga le gestioni delle grandi derivazioni idroelettriche.
Per quanto riguarda invece il rinnovo della concessione dell’A22 Fugatti ha detto di voler incontrare insieme a Kompatscher il nuovo ministro delle infrastrutture Matteo Salvini.