Home Notizie TRENTO: EX SIT PRESENTATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA

TRENTO: EX SIT PRESENTATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA

188

Stazione, parcheggio, piazza d’acqua e torre delle biciclette. Sarà questo il nuovo volto dell’area Ex Sit di Trento che verrà trasformata in un hub di interscambio. Qui troverà posto la stazione delle autocorriere, lo snodo della mobilità e la stazione di partenza della funivia verso il Bondone.
Il progetto da 22,7 mln di euro, 20 dei quali finanziati dal Pnrr è stato presentato ieri in consiglio comunale. L’opera dovrà essere pronta entro marzo 2026.
Si inizia con la bonifica dell’area asportando i terreni inquinati lascito del vecchio gasometro, in seguito verrà edificata una struttura a tre livelli.
Al piano interrato ci sarà un parcheggio da 160 posti destinato principalmente ai residenti. Al piano intermedio vi sarà la stazione delle autocorriere, inserita in un nuovo piano viabilistico della città. Al piano superiore sorgerà un giardino pensile di circa 5.000 metri quadri dal quale partirà la funivia per Sardagna.
All’interno del parco ci sarà una “piazza d’acqua”: una sorta di laghetto alimentato dalle acque piovane, che si riempirà nel caso di precipitazioni intense; le acque saranno poi recuperate per l’irrigazione.
Tutta la struttura sarà dotata di impianti fotovoltaici e sarà autosufficiente energeticamente.
Infine, la cosiddetta “Torre delle biciclette” alta 30 metri e realizzata in legno. Un progetto costoso che in aula ha sollevato qualche interrogativo.
Prima della presentazione del progetto dell’hub il consiglio ha discusso anche della variazione di bilancio 2022. Che ha previsto, tra le altre cose, lo stralcio dei due milioni destinati alla rigenerazione dell’ex Atesina. E su questo tema, non a caso, si sono concentrati molti interventi.