Home Notizie DOPPIA TRAGEDIA A CELLEDIZZO. GLI INQUIRENTI CERCANO DI RICOSTRUIRE IL LEGAME TRA...

DOPPIA TRAGEDIA A CELLEDIZZO. GLI INQUIRENTI CERCANO DI RICOSTRUIRE IL LEGAME TRA LA MORTE DI LUCIETTI E GIONTA

334

La comunità di Celledizzo, frazione di Pejo in valle di Sole, è sotto shock per la doppia tragedia avvenuta in questi giorni.
Lunedì la morte del giovane cacciatore Massimiliano Lucietti ucciso da un colpo di fucile al volto durante una battuta di caccia.
Ieri all’alba nella stessa zona si è tolto la vita un altro cacciatore e guardia forestale 59enne del posto Maurizio Gionta; che aveva dato per primo l’allarme dopo il ritrovamento del corpo ventiquattrenne.
Gli investigatori stanno cercando di ricostruire la dinamica dei fatti e capire in che modo i due drammi siano collegati.
Il 59enne nell’auto ha lasciato un biglietto in cui aveva scritto: “Non datemi colpe che non ho”.
Oggi all’ospedale S. Chiara di Trento dovrebbe svolgersi l’autopsia su Massimiliano Lucietti; altre risposte sono attese dalla perizia balistica.
Molte le ipotesi in campo, il materiale raccolto sarà analizzato anche dai RIS.
Per chiarire la dinamica della tragedia che ha spezzato la vita del giovane vigile del fuoco, 10 anni di servizio, la passione per la caccia, resta aperta l’ inchiesta per omicidio colposo.
Una comunità che oggi piange la tragica scomparsa di due concittadini e che tenta, per quello che può, di stringersi attorno a due famiglie in un momento di immenso dolore.