Home Notizie POVERTA’ E DISUGUAGLIANZE IN AUMENTO ANCHE IN TRENTINO

POVERTA’ E DISUGUAGLIANZE IN AUMENTO ANCHE IN TRENTINO

98

Raddoppiate in Trentino nel 2021 le persone in stato di bisogno, incontrate dalla chiesa rispetto al 2017, l’ultimo anno in cui sono stati raccolti i dati.
Su 4.429 persone, 2.901 sono stranieri (66%), mentre 1.528 sono italiani (34%). Per loro la Caritas ha erogato un contributo economico di oltre 800.000 euro. I dati sono emersi nel corso della conferenza stampa di questa mattina sulle povertà grazie al lavoro di Caritas e di Fondazione Comunità Solidale. Dati che, ha detto monsignor Tisi, denunciano una stortura di un’ economia e di una società.
Dai numeri presentati, emerge che 1.758 persone sono state seguite a Trento, 1.032 nell’Alto Garda e 965 in Valsugana. Sono queste, infatti. le zone che registrano le maggiori richieste di aiuto
La chiesa di Trento celebra la Giornata mondiale dei poveri con una camminata che coinvolge le comunità della Bassa Val di Sole e della Val di Rabbi. Un primo percorso partirà sabato 12 novembre alle 13.30 da Bozzana, mentre un secondo percorso partirà alle 15.30 da San Bernardo, dove entrambe le camminate rientreranno alle 18.
Il tema della Giornata è “Gesù Cristo si è fatto povero per voi”. “Abbiamo chiesto alla comunità quali sono le fragilità maggiori nel loro territorio. Sono stati tirati fuori gli anziani, il suicidio, le persone senza lavoro, la solitudine, l’alcolismo, i giovani e l’accoglienza”, ha precisato Fabio Chiari, referente della Caritas diocesana.