Home Notizie RADDOPPIATI I POVERI IN TRENTINO, LA DIOCESI METTE A DISPOSIZIONE UNA NUOVA...

RADDOPPIATI I POVERI IN TRENTINO, LA DIOCESI METTE A DISPOSIZIONE UNA NUOVA STRUTTURA PER I SENZA FISSA DIMORA

65

In Trentino nel 2021 raddoppiati i casi di povertà.
E’ quanto emerso dalla conferenza stampa a Rovereto sulle povertà, in cui è stato illustrato il lavoro di Caritas (con la sua articolazione territoriale) e di Fondazione Comunità Solidale.
Sono 4.429 le persone in stato di bisogno incontrate dalla chiesa trentina nel corso del 2021 con l’attività dei Centri di ascolto presenti sul territorio diocesano. Un numero raddoppiato rispetto al 2017 (quando erano state 2.307 le persone incontrate).
2.901 di loro sono straniere (66%), mentre 1.528 sono cittadini italiani (34%).
Per loro la Caritas ha erogato un contributo economico di oltre 800.000 euro.
Le zone dove si registrano le richieste maggiori sono Trento, l’ Alto Garda e la Valsugana.
Il vescovo Lauro Tisi: “Questi dati denunciano la stortura di un’economia e di una società”.
Sul fronte dell’ accoglienza per i mesi invernali dei senza fissa dimora, la Caritas metterà a disposizione una nuova struttura in via Lavisotto.
Aprirà questo mese – ha annunciato Fabio Chiari, referente della Caritas diocesana – e avrà 24 posti letto.
Altrettanti posti sono messi a disposizione anche a Casa Sant’Angela gestita dalle suore Orsoline.
Restano confermati i 50 posti alla Bonomelli e i 38 posti al Portico di Rovereto, con un orario di apertura allungato di due ore.