Home Notizie SMART WORKING DA DICEMBRE POTRA’ FARLO IL 60% DEI DIPENDENTI PROVINCIALI

SMART WORKING DA DICEMBRE POTRA’ FARLO IL 60% DEI DIPENDENTI PROVINCIALI

73

Il lavoro agile in provincia di Trento sarà introdotto in modo sistematico a partire da dicembre. L’accordo sottoscritto a settembre con le organizzazioni sindacali, le cui modalità attuative sono ora in fase di concertazione, riguarda tutti i lavoratori dell’area non dirigenziale occupati in attività svolgibili da remoto; potenzialmente 2.200 persone. Alcune categorie sono escluse come vigili del fuoco, forestali, addetti ai servizi ausiliari.
Negli ultimi 2 anni (2021 e 2022), la percentuale dei lavoratori agili che hanno usufruito del “lavoro agile emergenziale” è oscillata tra il 63% e il 60%.
I dati sono stati illustrati nel corso di un incontro a cui ha preso parte l’assessore allo sviluppo economico Achille Spinelli, il dirigente generale del Dipartimento organizzazione, personale e affari generali Luca Comper e la sostituta dirigente del Servizio per il personale Maria D’Ippoliti. Oltre 1.200 i dipendenti provinciali che si sono collegati per seguire l’evento.