Home Notizie LE IMPRESE ALTOATESINE PER IL 2023 LAMENTANO REDDITIVITA’ INSODDISFACENTE

LE IMPRESE ALTOATESINE PER IL 2023 LAMENTANO REDDITIVITA’ INSODDISFACENTE

82

In Alto Adige l’attività economica è rimasta su livelli elevati anche in estate, ma circa un’impresa su quattro lamenta una redditività insoddisfacente a causa dell’incremento dei costi.
Lo rileva il Barometro dell’economia dell’Ire-Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano.
Le imprese sono connotate da grande preoccupazione e incertezza e per il 2023 prefigurano sin una contrazione significativa dei fatturati e degli investimenti ha sottolineato l’Ire.
Per l’anno in corso un incremento del prodotto interno lordo altoatesino del 3,8 per cento, mentre nel 2023 la crescita dovrebbe attestarsi attorno allo 0,5 per cento.
L’onda positiva della ripresa post pandemica che si è verificata nella prima metà dell’anno si è progressivamente esaurito durante i mesi estivi.
Fino a settembre l’attività economica si è comunque mantenuta su livelli elevati.
Anche il mercato del lavoro evidenzia una situazione ancora positiva e vicina alla piena occupazione: nei primi nove mesi del 2022 il numero di occupati dipendenti in Alto Adige è risultato mediamente superiore del 6,3 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e del 3,0 per cento rispetto ai livelli precrisi del 2019.
A settembre gli occupati dipendenti hanno sfiorato le 238.000 unità, raggiungendo un nuovo massimo storico.