Home Notizie SOMMOSSA AL CARCERE DI TRENTO: SONO ARRIVATI I PRIMI PATTEGGIAMENTI

SOMMOSSA AL CARCERE DI TRENTO: SONO ARRIVATI I PRIMI PATTEGGIAMENTI

99

Nel dicembre del 2018 nel carcere di Spini di Gardolo, dopo l’ennesimo suicidio di un detenuto, era scoppiata una sommossa che aveva messo a ferro e fuoco la casa circondariale e che era stata sedata dopo una lunga giornata di trattative tra polizia, carabinieri e detenuti. Molti i danni arrecati alle strutture interne del carcere.
81 i detenuti che sono finiti davanti al giudice per incendio doloso, danneggiamento, minaccia a pubblico ufficiale e lesioni, mentre è caduto quasi subito il reato di sequestro di persona, ipotizzato in un primo momento per il blitz nella lavanderia. Ieri ci sono stati i primi patteggiamenti. Sette imputati hanno patteggiato pene che variano da un anno a otto mesi di reclusione, tra questi ci sarebbero anche alcuni dei promotori della guerriglia. Altri 14 hanno chiesto il rito abbreviato e il giudice ha fissato l’udienza per il prossimo 22 maggio, mentre più di quaranta detenuti sono stati rinviati a giudizio. Il 6 luglio si svolgerà la prima udienza.
Altri nove si sono resi irreperibili dopo la scarcerazione, mentre la posizione di alcuni è stata stralciata nelle scorse udienze.