Home Notizie SCONTRO NEL CENTRODESTRA TRENTINO SULLA RICANDIDATURA DI FUGATTI

SCONTRO NEL CENTRODESTRA TRENTINO SULLA RICANDIDATURA DI FUGATTI

82

Botta e risposta nel centrodestra trentino sul passaggio dalla Lega a Fratelli d’ Italia della neoconsigliera provinciale Bruna Dalpalù, che in aula è subentrata ad Alessia Ambrosi, eletta in parlamento e anche lei passata dal carroccio al partito di Giorgia Meloni a legislatura in corso.

Un passaggio che scava un altro solco fra alleati, come si legge in un comunicato del commissario leghista Diego Binelli.

“La decisione della consigliera stupisce”, scrive in una nota Binelli, “visto che solo pochi mesi fa Dalpalù aveva rinnovato la tessera della Lega condividendo la linea del partito”.

“Un cambio di casacca per ragioni di opportunismo”aggiunge Binelli che ricorda agli alleati di Fratelli d’Italia come Fugatti resti l’unico candidato presidente possibile alle prossime provinciali.
Su questo punto prendono posizione anche le parlamentari leghiste Vanessa Cattoi ed Elena Testor che scrivono: “La candidatura di Fugatti alle elezioni del prossimo anno alla guida della Provincia di Trento non si può mettere in alcun modo in discussione. Non sarà certo qualche parlamentare a decidere se sarà o non sarà ancora lui il candidato Presidente”.

Per Ambrosi sono irricevibili i toni della lega trentina rimasta al pre-25 settembre e che non ammette la discussione sulla ricandidatura di Fugatti. “Auspico che recuperino realismo ed equilibrio necessari per un corretto confronto ad ampio raggio tra alleati”, così la deputata trentina.