Home Notizie VIOLENZA CONTRO LE DONNE, IN TRENTINO AUMENTANO DENUNCE E AMMONIMENTI

VIOLENZA CONTRO LE DONNE, IN TRENTINO AUMENTANO DENUNCE E AMMONIMENTI

65

Violenza contro le donne, in Trentino aumentano le denunce e gli ammonimenti.
Alla vigilia della giornata internazionale per il contrasto alla violenza di genere oggi sono stati presentati i dati di questo problema al quale la provincia non è immune.
Nel 2021 sono state 479 le denunce. Il dato più alto degli ultimi cinque anni.
180 gli ammonimenti emessi dal questore, uno ogni due giorni. Un vero e proprio allarme.
I numeri sono contenuti nella pubblicazione annuale dell’Osservatorio della Provincia di Trento sulla violenza di genere.
Le donne accolte nei servizi residenziali lo scorso anno sono state 119 (109 nel 2020), mentre quelle che si sono rivolte ai servizi non residenziali sono state 389, mai così tante dal 2013 (340 l’anno precedente).
Lo scorso anno sono aumentati del 72% rispetto al 2020 anche i numeri degli accessi per violenza al Pronto soccorso.
Nell’82,7% dei casi l’ autore della violenza è un uomo che proviene dal contesto familiare, relazionale o lavorativo.
Dal primo aprile al 21 novembre 2022 l’assegno di autodeterminazione è stato erogato a 50 donne che hanno subito violenza, per un totale di 211.600 euro.
Si tratta di un sostegno economico, adottato da una legge della Provincia di Trento approvata l’anno scorso, che prevede un aiuto tra i 200 e i 400 euro al mese per le donne vittime di violenza prese in carico dal Servizio sociale territoriale.