Home Notizie ARCO: SGRAVI FISCALI A CHI AFFITTA A CANONE AGEVOLATO

ARCO: SGRAVI FISCALI A CHI AFFITTA A CANONE AGEVOLATO

127

Dopo Riva del Garda anche ad Arco imposte scontate per chi affitta a canone ridotto rispetto al prezzo di mercato. L’accordo è stato siglato oggi tra sindacati degli inquilini e i rappresentati dei proprietari. Un’iniziativa che nasce per contrastare la carenza di alloggi ad un costo accessibile in un territorio vocato turisticamente.
Grazie a questa intesa il proprietario dell’immobile che aderisce a questa tipologia di contratto (canone d’affitto con livello massimo ridotto tra il 20 e il 30%) ne ha un vantaggio fiscale con un’aliquota più che dimezzata (10% anziché 21% ) sulla cedolare secca, e un imponibile nettamente ridotto (66,5% anziché 95%) dell’Irpef.
Il contratto concordato prevede la formula del 3+2, cioè tre anni rinnovabile tacitamente per altri due, mentre la formula libera prevede il 4+4. Ad ogni rinnovo il canone viene aggiornato con percentuali fisse.
Soddisfazione per l’accordo raggiunto è stato espresso dall’assessora al bilancio del Comune di Arco, Francesca Modena che ha annunciato che l’Amministrazione di Arco valuterà la strada migliore per arrivare anche ad una riduzione dell’aliquota Imis per i proprietari, allo scopo di facilitare l’immissione sul mercato di alloggi a prezzi accessibili.