Home Notizie TOUR DE SKI, KARLSSON VINCE E SVIENE, OSSIGENO E ZUPPA DI MIRTILLI...

TOUR DE SKI, KARLSSON VINCE E SVIENE, OSSIGENO E ZUPPA DI MIRTILLI PER FARLA RIPRENDERE

184

Hanno fatto il giro del mondo, le immagini del tracollo di Frida Karlsson all’arrivo della Final Climb in Val di Fassa, ultimo atto del Tour de Ski. La 23enne svedese, che si presentava in testa all’ultimo appuntamento, ha dettato il ritmo sulla pista Olimpia 3 ma a 1 km dall’arrivo è andata totalmente in crisi, riuscendo comunque a tagliare il traguardo al 15°posto e conservare la leadership del tour con i 33 secondi nei confronti di Niskanen e di 47” su Weng, mentre ad aggiudicarsi la vittoria sulla Monster Hill è stata la francese Delphine Claudel davanti alla norvegese Heidi Weng, che ha sfiorato la rimonta, e all’americana Sophia Laukli. Subito dopo l’arrivo però la svedese si è accasciata, perdendo i sensi. Portata in infermeria in barella, Karlsson e non è riuscita a riprendersi in tempo per la premiazione, effettuata col primo gradino del podio vuoto tra gli applausi dei presenti, ma si è ripresa dopo che i sanitari le hanno somministrato ossigeno e zuppa di mirtilli – come hanno scritto i media scandinavi. Prima azzurra, 17ma, la trentina Caterina Ganz. Meno drammatica la Final Climb al maschile, coi norvegesi ad accompagnare al traguardo senza problemi Kruger, quasi 5 secondi avanti a Holund, terzo un sorprendente Lapierre, mentre il tour è andato a Klaebo, sesto sull’alpe del Cermis, davanti a Kruger e Holund. Ottima gara per “Chicco” Pellegrino, ottavo, e quarto in classifica generale. A chiudere tra gli applausi la tre giorni di gare in Val di Fassa anche lo svizzero Dario Cologna, che ha vinto la sua prima Rampa con i Campioni sulla salita che lo ha incoronato 4 volte re del Tour de Ski.