Home Notizie CONFRONTO TRA GLI ASSESSORI DELLE REGIONI ALPINE: “IN TRENTINO CONDIZIONI OTTIMALI DELLA...

CONFRONTO TRA GLI ASSESSORI DELLE REGIONI ALPINE: “IN TRENTINO CONDIZIONI OTTIMALI DELLA NEVE” HA DETTO ROBERTO FAILONI

81

Mentre sugli Appennini l’assenza di neve comporta per le attività collegate direttamente alla stagione sciistica un danno da 50 milioni di euro.
Gli assessori delle regioni alpine italiane e delle province autonome, con delega agli impianti di risalita, oggi si sono confrontati in merito all’attuale contesto turistico invernale e hanno espresso soddisfazione per l’avvio di stagione e per le appena concluse festività natalizie; per le prospettive future si dicono fiduciosi: per le prossime settimane e mesi si stanno registrando molte richieste di prenotazione, sia da parte del mercato italiano che di quello internazionale.

“La sciabilità – ha detto l’ assessore al turismo e allo sport del Trentino Roberto Failoni – è pienamente garantita sull’ arco alpino italiano grazie alle ultime nevicate importanti e al successivo calo delle temperature favorisce il lavoro di preparazione delle piste. Nel nostro caso, in Trentino, possiamo sottolineare che si scia bene, in sicurezza e con una qualità della neve ottimale”.

Le regioni alpine italiane hanno posto all’attenzione del governo, nel complesso dei temi per lo sviluppo dei territori montani, gli interventi per i bacini per l’innevamento artificiale, che risultano fondamentali per assicurare la continuità e lo sviluppo del turismo invernale nelle località interessate. Bacini che rivestono in generale quattro funzioni. Oltre all’innevamento delle piste da sci infatti sono importanti per il turismo estivo, quale valore aggiunto al paesaggio, per l’agricoltura e per la disponibilità di acqua negli interventi di antincendio.