Home Notizie SCOPERTA DALLA GUARDIA DI FINANZA DI CLES UNA SCUOLA DI SCI DI...

SCOPERTA DALLA GUARDIA DI FINANZA DI CLES UNA SCUOLA DI SCI DI MARILLEVA EVASORE TOTALE. 15 I MAESTRI DI SCI ABUSIVI

323

Scuola di sci in valle di Sole completamente sconosciuta al fisco, con un giro d’affari di oltre 6 milioni di euro, è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Cles. 15 i maestri di sci abusivi.
La società, attiva nel settore dell’organizzazione di viaggi, scuola sci e noleggio attrezzature sportive invernali, era gestita da alcune persone di nazionalità polacca.
L’indagine della Guardia di finanza, partita prima del “lockdown” del marzo 2020, è scattata nei confronti di un cittadino polacco non residente in Italia, proprietario di un appartamento in una nota località turistica della val di Sole.
A seguito di un controllo fiscale presso il domicilio, i finanzieri hanno constatato la presenza di una vera e propria attività imprenditoriale, aperta al pubblico, dove si svolgevano una serie di attività legate al settore turistico, tra cui “front office” per l’affitto di appartamenti e noleggio di attrezzatura sciistica, prenotazione di lezioni di sci con maestri di nazionalità polacca.
Le Fiamme Gialle trentine hanno accertato che l’attività commerciale era pubblicizzata su internet, a prezzi concorrenziali, con esplicito riferimento alla sede in Italia della scuola di sci polacca e mediante video promozionali che riprendevano i clienti che entravano nel negozio di noleggio sci.
All’interno dei locali, oltre alla presenza di numerosa documentazione extracontabile, anche di natura informatica, sono stati rinvenuti oltre 90.000 euro.
Le successive investigazioni hanno permesso di accertare che la società, regolarmente dichiarata e attiva in Polonia, era operante anche in Italia tramite una organizzazione occulta di persone e beni. Le imposte evase sul territorio trentino tra il 2016 e il 2020 sono state quantificate in oltre 1,8 milioni di
euro, a fronte di un complessivo volume d’affari di oltre 6 milioni di euro.
Una persona è stata denunciata per omessa dichiarazione delle imposte sui redditi e dell’Iva, mentre 15 maestri di sci per esercizio abusivo della professione.