Home Notizie TRAFFICO DI STUPEFACENTI TRA L’EMILIA ROMAGNA E IL TRENTINO: 5 ARRESTI

TRAFFICO DI STUPEFACENTI TRA L’EMILIA ROMAGNA E IL TRENTINO: 5 ARRESTI

135

La Guardia di finanza di Trento ha portato all’arresto di 5 persone e al sequestro di oltre 4,5 chilogrammi di droga (1,5 chilogrammi di cocaina e tre chilogrammi di eroina) oltre ad una pistola, 46mila euro in contanti e 12,5 chilogrammi di sostanza da taglio. Tutto è iniziato durante normali controlli stradali nel capoluogo trentino.
I finanzieri hanno notato un’auto, risultata intestata ad una portoghese 36enne residente a Reggio Emilia, che percorreva ripetutamente lo stesso tragitto dal centro storico alla stazione di Trento hanno così deciso di seguire a distanza la vettura a bordo della quale viaggiavano la portoghese e il suo compagno, un albanese di 35 anni, che in stazione hanno consegnato a tre uomini (tutti tunisini residenti a Trento) un plico. Alla vista di questo scambio i militari sono intervenuti ed è scattato il controllo delle persone e dell’autovettura.
Nascosti tra i sedili è stato trovato 1 chilo di cocaina e 30mila euro in contanti, 13mila dei quali nello zaino dei fermati.
Il denaro era destinato alla coppia proveniente dalla città emiliana come prezzo per l’acquisto dello stupefacente. Tutti e cinque sono stati arrestati e portati in carcere a Spini di Gardolo. Devono rispondere dell’ipotesi di reato di traffico di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi.
Nel corso delle perquisizioni delle abitazioni tra Trento e Reggio Emilia degli arrestati, svolte dai finanzieri con le unità cinofile, sono stati trovati ulteriori 600 grammi di cocaina e 15.700 euro di denaro contante, di cui 10mila nascosti dentro una stufa a pellet, tre chilogrammi circa di eroina, 12,5 chilogrammi di sostanza da taglio, una pistola Beretta risultata intestata ad un’anziana donna di 94 anni deceduta la scorsa estate.
La droga venduta sul mercato avrebbe fruttato quasi 700mila euro.