Home Notizie NASCE “TRENTO AL CENTRO”, E IL PATT PERDE CONSIGLIERI COMUNALI A TRENTO

NASCE “TRENTO AL CENTRO”, E IL PATT PERDE CONSIGLIERI COMUNALI A TRENTO

383

Nasce il gruppo politico “Trento al Centro” e il Patt perde rappresentanti in consiglio comunale..
Dopo il recente terremoto all’interno del partito autonomista a seguito dell’accordo con Fugatti per le prossime provinciali, il vicesindaco Roberto Stanchina ha ufficializzato l’uscita dal partito.

“Questa è una risposta politica a un fatto politico”. Il presidente del Consiglio comunale di Trento, Paolo Piccoli, presenta così la scelta di costituire il nuovo gruppo consiliare. Parlando del Patt, Piccoli dice che “è come se avesse firmato un patto preliminare con il centrodestra e, lo dico da notaio, una volta che lo hai firmato sei costretto a firmare anche un contratto. Lo spostamento a destra del Patt è avvenuto, e noi in Comune abbiamo la necessità di garantire quel quadro che aveva portato all’elezione del sindaco Franco Ianeselli, nel quale c’era stato un accordo anche del Patt”.
Fanno parte del gruppo Roberto Stanchina e Alberto Pedrotti – l’altro eletto tra le Stelle alpine nel 2020, Maria Chiara Maule, in rappresentanza dell’area di Campobase insieme a Piccoli, e Renato Tomasi. E ancora, “Trento al centro” accoglie anche Marcello Carli, che ufficializza così il suo ingresso in maggioranza, originariamente eletto tra le fila del movimento “Rinascimento Trento”.