Home Notizie PROVINCIALI, PATT SDOGANA FDI MA SENZA GEROSA, IL M5S APRE AL PD

PROVINCIALI, PATT SDOGANA FDI MA SENZA GEROSA, IL M5S APRE AL PD

248

Elezioni provinciali di ottobre.
Politica trentina in fermento dopo l’ ufficializzazione da parte del Patt del sostegno al presidente Fugatti e dopo le primarie del Pd che consentono ai dem di pensare adesso al programma di coalizione e al candidato presidente.
Le Stelle Alpine non prendono in considerazione Francesca Gerosa come candidata presidente ma hanno evidenziato che il Patt non pone pregiudiziali se «Fratelli d’Italia si accoda all’equilibrio raggiunto con Fugatti e non cerca forzature con imposizioni da Roma, “altrimenti salta il banco” ha detto il segretario Simone Marchiori.
In serata è arrivata la risposta di Gerosa.
In una nota la presidente Itea scrive: sorrido nel leggere le dichiarazioni di Marchiori, che dopo una vita vissuta a sinistra si affaccia da ieri al mondo di centrodestra, che ha sempre combattuto e criticato, stabilendo chi deve fare cosa.”
“Fratelli d’Italia – conclude Gerosa – ribadisce il proprio impegno nel percorso intrapreso, e continuerà con il lavoro iniziato sempre disponibile a confrontarsi con la propria coalizione, che mai, almeno da noi, è stata messa in discussione”.
Intanto il Movimento 5 Stelle apre a nuove alleanze.
Si dice pronto al dialogo con il Partito Democratico e con chi finora ha ignorato o deriso il partito per costruire un’alternativa alla destra.
Il consigliere provinciale Alex Marini ha presentato sei punti fermi in vista delle prossime elezioni provinciali, tra questi: No alla privatizzazione della sanità a cui bisogna dedicare più risorse, No all’inceneritore in Trentino e alla Valdastico.