Home Notizie EMERGENZA IDRICA, INVASI E LAGHI PIENI SOLO FINO AL 32%

EMERGENZA IDRICA, INVASI E LAGHI PIENI SOLO FINO AL 32%

281

Emergenza siccità.
Piangono gli invasi del Trentino pieni solo fino al 32%.
Per toccare con mano gli effetti della siccità la Provincia ha svolto un sopralluogo sui bacini di Malga Bissina e Malga Boazzo che hanno acqua solo per il 16% del volume totale, in totale non arrivano a 12 milioni di metri cubi di acqua. Un quadro deprimente dunque in Alto Chiese, nel territorio del massiccio dell’Adamello. I dati sono drammatici: il volume idrico complessivo del Trentino è sceso a 128 milioni di metri cubi su una capienza complessiva di 407. Solo una decina di giorni fa, in occasione del sopralluogo a Santa Giustina, erano 141. Soffrono anche i laghi naturali e i fiumi: l’Adige misura un dato medio giornaliero dimezzato rispetto alla media del periodo, -30% per il Brenta. Il Sarca fa segnare un apporto idrico medio di 10 metri cubi contro i 18 di media. Il Chiese è stato stimato in 2,5 metri cubi al secondi contro i 4,5 dell’ultimo decennio.
“Il Trentino – ha detto il vicepresidente della Provincia Mario Tonina – sta elaborando una proposta di azione su sostenibilità, investimenti e risparmio per far fronte alla la fase critica per i bacini idrici. Serve però il contributo dell’Italia per un confronto che sia produttivo sulle linee di azione”.